.
Annunci online

Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte


 

 


 

  

 

 

 

 

Coccinella
9 settembre 2007
Coccinella sei volata fino a qui
Ti ha portata forse il vento o la fortuna
Sei venuta a vedere l’amore come si fa
Sei venuta ed io per caso ero qua...

Coccinella piove e il bosco prende fiato
Sembra che l’autunno mai…qui sia passato
Mentre l’acqua disseta …le primule e le more…
Tu sul palmo della mia mano cerchi vita...

Io su di lei
Il vento su noi...
tra paura e passione

Pelle su pelle
noi siamo gli amanti
...nel poco tempo...
Prigionieri di un mondo
Che manca d’esempio io…

Coccinella quanta forza sento adesso
Può’ durare in ogni vita che vivrò…..”anche se”
Fare a meno di lei farebbe bello il resto
Ma poi penso il resto …a me…. ha mai pensato...

Io su di lei
Il vento su noi...
tra paura e passione

Pelle su pelle
noi siamo gli amanti
...nel poco tempo...
Prigionieri di un mondo
Che manca d’esempio io...

Io su di lei... la voglio sentire...
voglio farla tremare...

Sento che vive... ed è vita che ha chiesto
“Come tu adesso“
io per questo momento... pagherei ogni prezzo....

Io su di lei... Io su di lei







permalink | inviato da animafragile il 9/9/2007 alle 0:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa
Quel posto che non c'è
16 giugno 2007
Occhi dentro occhi e prova a dirmi se
un po' mi riconosci o in fondo un altro c'è sulla faccia mia
che non pensi possa assomigliarmi un po'

Mani dentro mani e prova a stringere
tutto quello che non trovi
negli altri ma in me
quasi per magia
sembra riaffiorare tra le dita mie

Potessi trattenere il fiato prima di parlare
avessi le parole quelle giuste per poterti raccontare
qualcosa che di me poi non somigli a te


Potessi trattenere il fiato prima di pensare
avessi le parole quelle grandi
per poterti circondare
e quello che di me
bellezza in fondo poi non è

Bocca dentro bocca e non chiederti perchè
tutto poi ritorna
in quel posto che non c'è dove per magia
tu respiri dalla stessa pancia mia

Potresti raccontarmi un gusto nuovo per mangiare i giorni
avresti la certezza che di me in fondo poi ti vuoi fidare
quel posto che non c'è ha ingoiato tutti tranne me

Dovresti disegnarmi un volto nuovo ed occhi per guardarmi
avresti la certezza che non è di me che poi ti vuoi fidare
in quel posto che non c'è hai mandato solo me



Negramaro






permalink | inviato da animafragile il 16/6/2007 alle 14:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
Quanto sei bella Roma...
14 marzo 2007


Recentemente un mio carissimo e importante amico è stato a Roma per la prima volta. L'ho anche rimproverato di questo visto che è tornato da pochi giorni da Santo Domingo però non conosceva ancora Roma!!!
Ad ogni modo,io, oltre ad invidiarlo da morire, l'ho preparato bene dicendogli di godersela il più possibile, in quelle poche ore in cui doveva rimanerci. Io amo Roma in modo smisurato. Ci sono stata svariate volte e la porto sempre nel mio cuore. Penso che sia la città più bella del mondo in assoluto!
Quando ne parlo, sarà per i ricordi che evoca la mia mente, sarà per la magia della città stessa di cui amo praticamente tutto e tutti, anche i romani e il loro modo di essere e di parlare, il cuore va a mille. E' difficile da spiegare ma credo che tantissimi di voi mi capiranno perfettamente.
Ad ogni modo, quel mio amico mi ha detto di aver visitato diversi posti e di essersi innamorato del lungotevere, pieno di luci e romantico... Mi ha fatto molta tenerezza mentre me lo raccontava... Ed è per questo che ho subito pensato ad una delle più belle canzoni d'amore mai scritte che non poteva non avere Roma, e nello specifico proprio il lungotevere, come sfondo di un grande ed eterno amore. Eterno proprio come lei: ROMA!


Con tutto l'amore che posso (Claudio Baglioni)

"E lungo il Tevere
che andava lento lento
noi ci perdemmo
dentro il rosso di un tramonto
fino a gridare i nostri nomi
contro il vento
tu fai sul serio o no
Tra un valzer pazzo
cominciato un po' per caso
tra le tue smorfie
e le mie dita dentro il naso
noi due inciampammo
contro un bacio all'improvviso
e' troppo bello per essere vero
per essere vero per essere vero
amore mio
ma che gli hai fatto
tu a quest'aria che respiro
e come fai a starmi dentro
ogni pensiero
giuralo ancora che tu esisti
per davvero
amore mio

ma che cos'hai tu di diverso
dalla gente
di fronte a te che sei per me
cosi' importante

tutto l'amore che io posso
e' proprio niente

E dopo aver riempito il cielo
di parole
comprammo il pane appena cotto
e naque il sole
che ci sorprese addormentati
sulle scale
la mano nella mano"






permalink | inviato da il 14/3/2007 alle 22:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (30) | Versione per la stampa
In Funzione Di Nessuna Logica
10 marzo 2007
Confesso l'ho fatto apposta
nell'intento di ferirti
ti sembrero' alquanto stupida
sicuramente immatura
per tutte quelle volte in cui ho sentito l'istinto di abbracciarti
per tutte quelle volte in cui ho creduto sul serio
di annullarti dalla mia testa

annullarti dalla mia testa
annullarti
il tutto in funzione di nessuna logica

ammetto ero al sicuro
nel mio guscio di carta pesta
ho agito facendo in modo
di non mostrare incoerenza
per tutte quelle volte in cui ho cercato di non assecondarti
per tutte quelle volte in cui ho creduto sul serio
di annullarti dalla mia testa

annullarti dalla mia testa
annullarti
il tutto in funzione di nessuna logica



permalink | inviato da il 10/3/2007 alle 12:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Pensa!
5 marzo 2007
Ci sono stati uomini che hanno scritto pagine
appunti di una vita dal valore inestimabile
Insostituibili perchè hanno denunciato
il più corrotto dei sistemi troppo spesso ignorato


Uomini o angeli mandati sulla terra per combattere una guerra
di faide e di famiglie
sparse come tante biglie
su un'isola di sangue che fra tante meraviglie
fra limoni e fra conchiglie...
massacra figli e figlie
di una generazione costretta non guardare
parlare a bassa voce a spegnere la luce
commentare in pace ogni pallottola nell'aria
ogni cadavere in un fosso

Ci sono stati uomini che passo dopo passo
hanno lasciato un segno con coraggio e con impegno
con dedizione contro un'istituzione organizzata
cosa nostra... cosa vostra... cos'è vostro?
E' nostra... la libertà di dire
che gli occhi sono fatti per guardare

la bocca per parlare le orecchie ascoltano...
non solo musica non solo musica

La testa si gira e aggiusta la mira ragiona
a volte condanna a volte perdona

Semplicemente

Pensa prima di sparare
Pensa prima di dire e di giudicare prova a pensare
Pensa che puoi decidere tu
Resta un attimo soltanto un attimo di più
con la testa fra le mani

Ci sono stati uomini che sono morti giovani
ma consapevoli che le loro idee
sarebbero rimaste nei secoli come parole iperbole
intatte e reali come piccoli miracoli
idee di uguaglianza idee di educazione
contro ogni uomo che eserciti oppressione
contro ogni suo simile contro chi è più debole
contro chi sotterra la coscienza nel cemento

Pensa prima di sparare
Pensa prima di dire e di giudicare prova a pensare
Pensa che puoi decidere tu
Resta un attimo soltanto un attimo di più
con la testa fra le mani

Ci sono stati uomini che hanno continuato
nonostante intorno fosse tutto bruciato
perchè in fondo questa vita non ha significato
se hai paura di una bomba o di un fucile puntato


Gli uomini passano e passa una canzone
ma nessuno potrà fermare mai la convinzione
che la giustizia no... non è solo un'illusione


Pensa prima di sparare
Pensa prima di dire e di giudicare prova a pensare
Pensa che puoi decidere tu
Resta un attimo soltanto un attimo di più
Con la testa fra le mani
Pensa



permalink | inviato da il 5/3/2007 alle 13:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa
5 marzo 2006
Solo ieri sera, sul tardi ho deciso di vedere Sanremo perchè ero curiosa di sapere chi avrebbe vinto.

Tra l'altro ho acceso in tempo per vedere la premiazione dei NEGRAMARO!!!!!
A proposito...
HO PRESO IL BIGLIETTO!!!!

Che bello!!! Martedi andrò al concerto con Linda e Cetty... anche se mi piacerebbe che venisse pure qualcun'altro....

Tornando a Sanremo, dicevo, ero curiosa di vedere chi avrebbe vinto!

(alla fine mi sono addormentata e l'ho scoperto solo stamattina!! >.<  grrrr
Vabbè.. stendiamo un velo pietoso!!!  ^^' )

In questi giorni, avevo sentito solo la canzone di Povia e degli Sugarfree, tra tutte quelle in gara.

Mi piacciono entrambe moltissimo e su Povia, in particolare  non avevo dubbi che avrebbe portato una canzone simpatica, ironica, che fa sorridere ma con un significato
intrinseco molto profondo.

Sono strafelice che abbia vinto lui e canticchio tutto il giorno...
ce l'ho fissa in testa!!! ^^

Mi mette di buon umore!!!






Vorrei avere il becco
Per accontentarmi delle briciole
Concentrato e molto attento
Si, ma con la testa fra le nuvole
Capire i sentimenti quando nascono e quando muoiono
Perciò vorrei avere i sensi per sentire il pericolo
Se tutti quanti lo sanno ma hanno paura che l'amore è un inganno
Oh, ce l'ha fatta mia nonna per 50 anni con mio nonno in campagna
Più o meno come fa un piccione
Lo so che e brutto il paragone
Però vivrei con l'emozione
Di
dare fiducia a chi mi tira il pane
Più o meno come fa un piccione l'amore sopra il cornicione
Ti starei vicino nei momenti di crisi
E lontano quando me lo chiedi
Dimmi che ci credi e che ti fidi
Un giorno avevo il vento che mi accompagnava su una tegola
A volte sono solo e mi spavento, cosa cì fanno due piccioni in una favola?
Se tutti quanti lo sanno ma hanno paura che l'amore è un inganno
Oh, me l'ha detto mia nonna
«Lo sai quante volte non pensavo a tuo nonno?»
Più o meno come fa un piccione
E mica come le persone che a causa dei particolari
Mandano per aria sogni e grandi amori

Camminerò come un piccione a piedi nudi sull'asfalto
Chi guida crede che mi mette sotto
Ma io con un salto all'ultimo momento
Volerò ma non troppo in alto
Perché il segreto è volare basso
E un piccione vola basso
Ma è per questo che ti fa un dispetto
Ma è per questo che anche io non lo sopporto
Noi però alla fine resteremo insieme
Più o meno come fa un piccione
L'amore sopra il cornicione
Ti starò vicino nei momenti di crisi
E lontano quando me lo chiedi
Dimmi che ci credi
Ci sveglieremo la mattina,
due cuori sotto una campana


p.s. sono a lavoro!!! ihihih






permalink | inviato da il 5/3/2006 alle 10:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa
sfoglia
giugno